Maltempo in Toscana, tanta neve ma anche pioggia in pianura: disagi sull’A1

MeteoWeb

La neve in pianura si è quasi ovunque trasformata in pioggia, ma in alcuni comuni collinari e montani della Toscana le scuole resteranno chiuse anche domani. La maggiore criticità per neve quanto a viabilità, riassume in una nota la Regione, si regista sulla A1, nel tratto Barberino-Rioveggio. Interruzioni di erogazione di corrente (in via di soluzione) sono state registrate nella piana di Lucca a causa della tante piante cadute. Su tutta la provincia lucchese e in particolare a Lucca la neve è infatti caduta in quantità rilevanti. Nel sud della Toscana si registra per i fiumi Osa e Albegna il superamento del primo livello di guardia con attivazione delle relative procedure. A Castiglione della Pescaia è stata segnalata una violenta mareggiata su tutto il litorale con danni agli stabilimenti balneari. Questo il bilancio odierno delle principali criticità segnalate dalla sala operativa unificata della Protezione civile regionale. Ad Arezzo le precipitazioni nevose riguardano solo l`alto Casentino e l`alta Valtiberina, mentre nelle altre zone del territorio provinciale sono in corso precipitazioni piovose. Tutte le strade provinciali sono transitabili e i valichi sono tutti aperti, non si segnalano problemi particolari sulle viabilità di grande comunicazione. Domani per ordinanza dei sindaci scuole chiuse a Poppi, Castel San Niccolò, Pratovecchio e Stia.

Credit: ESA

In provincia di Lucca, in Garfagnana e Mediavalle del Serchio persistono le precipitazioni nevose con accumuli considerevoli, su molte strade dell`area necessarie catene e/o pneumatici termici. Si registrano varie segnalazioni di caduta piante su tutta la rete stradale con particolare riferimento alla piana di Lucca, con interruzioni in via di rapida soluzione delle viabilità interessate. Sempre nella piana di Lucca in serata l`Enel prevede il completo ripristino della normalità nella erogazione della corrente elettrica (in alcune località si erano verificati guasti sia alla media che alla bassa tensione a causa delle numerose piante cadute). Risultano senza elettricità le seguenti frazioni: Pozzuolo, Meati, Cerasomma, S. Macario, Massa Pisana, Mutigliano, Forci. Segnalati guasti alle linee di Media tensione di Massa Macinaia, Sottomonte, Sorbano, Nozzano. Scuole chiuse domani in tutti i comuni della Garfagnana e nei comuni di Barga, Borgo a Mozzano, Camaiore centro e Lido (a Capezzano resteranno aperte solo al mattino), Coreglia Antelminelli, Fabbriche di Vallico, Pescaglia, Villa Basilica. Nel grossetano si sono registrate piogge diffuse sulla zona costiera che hanno comportato un incremento dei livelli dei corsi d`acqua monitorati in sala operativa. Sono state attivate le procedure del superamento del primo livello di criticità sul fiume Osa e sul fiume Albegna.
In provincia di Massa Carrara problemi alla viabilità si registrano sulla SP 4 per il passo del Vestito chiusa al traffico al km 17.000. Le altre strade provinciali che attraversano i comuni di Comano e Fosdinovo risultano chiuse. Ostruita da caduta piante la SP 19 in località la Quercia. SP 9 impraticabile da Giucano a Canepari. Chiusa nel Comune di Comano la strada per il passo del Lagastrello. Scuole chiuse ad Aulla, dove è in corso la pulizia strade, a Bagnone (cumulato di circa 30 cm e strade transitabili con mezzi adeguatamente attrezzati, alcune abitazioni risultano isolate), a Filattiera, dove sono isolate alcune abitazioni lontane dalla viabilità principale, a Fosdinovo, Podenzana, Pontremoli, Tresana, Villafranca. Nel pistoiese sul fronte della viabilità situazione sotto controllo, scuole chiuse domani a San Marcello e Marliana. Il traffico ferroviario è avvenuto secondo quanto previsto dai Piani neve e gelo, attivati già da ieri sera. Alle 11.00 aveva circolato il 90% dei treni programmati. La situazione più difficoltosa in Garfagnana con riduzione dell`offerta sulla tratta Viareggio/Pisa-Lucca-Pistoia. Mantenuta l`offerta di almeno 1 treno ora con fermate nelle stazioni intermedie. Quanto agli autobus si sono verificate alcune soppressioni nell`area nord della Toscana e ritardi. Nell`area pisana ci sono stati disagi, ma dovuti a problemi di personale. Si sono registrati ritardi specie nelle zone montane e di vallata (Amiata, Casentino, pistoiese, Alto Valdarno).