Meteora in Russia: ritrovati circa 50 frammenti nei pressi del lago Chebarkul

MeteoWeb

Un gruppo di scienziati russi ha affermato di aver ritrovato frammenti del meteorite caduto sugli Urali e la cui onda d’urto ha fatto circa 1.200 feriti nella zona. La gigantesca roccia, di circa 17 metri di diametro, si è disintegrata sulla città di Chelyabinsk venerdì, con la forza di circa 40 bombe nucleari di Hiroshima, sganciata durante la Seconda Guerra Mondiale. Le autorità russe domenica hanno sospeso, senza alcun risultato, le ricerche del meteorite sui fondali del lago Chebarkul, il lago ghiacciato che si ritiene sia stato il luogo dell’impatto. Ma gli scienziati dell’Università degli Urali, inviati sul posto, hanno affermato di aver trovato una cinquantina di frammenti vicino al lago.