Neve a Modena: scuole aperte e 270 tonnellate di sale sulle strade

MeteoWeb

Strade cosparse da 270 tonnellate di strade, scuole aperte e una prima stima dei costi pari a 150 mila euro. Questo il bilancio della nevicata che ieri ha colpito Modena dove si sono posati 25 centimetri di manto bianco. “Comprendo il disagio di chi si e’ trovato in coda, ma l’attivita’ dei mezzi e’ stata complicata da alcuni incidenti – ha spiegato il sindaco Giorgio Pighi – e comunque una nevicata di questa intensita’ concentrata nell’ora di punta e’ davvero difficile da affrontare”. “Abbiamo fatto bene, pero’, a non chiudere le scuole: sarebbe stato un disagio in piu’ per le famiglie e questa mattina le strade erano tutte percorribili” ha aggiunto il primo cittadino ricordando che “oggi le strade sono libere”. Il peso della neve ha pero’ spezzato i rami di alcuni alberi che sono stati rimossi dai Vigili del fuoco per liberare le carreggiate. Circa 60, infatti, le strade cittadine dove il lavoro delle lame e’ stato impedito o rallentat. Ma i rallentamenti sono stati causati soprattutto dall’intasamento della tangenziale causato da incidenti e blocchi alla circolazione sui ponti e alcuni snodi non di competenza comunale. Altri problemi si sono verificati con alcune rotture dei mezzi, come a Villanova dove su 4 lame 3 sono rimaste danneggiate. “Ha funzionato l’attivita’ di controllo dei tecnici comunali che hanno individuato alcuni mezzi con le lame alzate, evidentemente per risparmiare carburante: due sono stati allontanati e per loro saranno attivate le sanzioni previste dalla convenzione” spiega ancora il Comune. Piu’ complessa la situazione in Appennino dove sono caduti oltre 60 cm di neve. I mezzi della Provincia sono tutti al lavoro in queste ore per pulire la rete di strade provinciali. La Provincia spiega che “entro il pomeriggio le strade dovrebbero ritornare tutte nere in vista di una nuova salatura, prevista in serata, al fine di prevenire la formazione di ghiaccio nelle ore notturne”. A Frassinoro sono entrate in funzione anche le 2 turbine di proprieta’ della Provincia, utilizzate per tenere aperte le strade provinciali sul crinale in particolare al passo delle Radici.