Pioggia di meteoriti in Russia: individuato sul fondo di un lago il punto di impatto

MeteoWeb

I sommozzatori che da giorni esplorano i fondali del lago di Chebarkul avrebbero localizzato il punto di impatto del più grande frammento del meteorite caduto il 15 febbraio su Chelyabinsk, negli Urali. Nella melma che ricopre il fondo del lago, infatti, riferisce Rossiskaya Gazeta, c’è un buco, una sorta di mini-cratere, che lascerebbe pochi dubbi. Ora entreranno in scena degli scienziati, in arrivo a giorni da Ekaterinenburg, con il compito di fotografare e mappare i fondali dello specchio d’acqua diventato famoso per il buco di sei metri sulla superficie ghiacciata, probabile conseguenza dell’impatto del bolide. Secondo gli esperti, nel lago si trova un oggetto con una massa tra i 200 e i 500 chilogrammi. Per ora il frammento più consistente ritrovato – un chilogrammo in tutto – è minuscolo rispetto al volume ipotizzato per il meteorite al momento dell’ingresso nell’atmosfera. Così, c’è chi ha pensato di poter fare il colpaccio: un abitante della regione di Volgograd è stato arrestato per aver tentato di vendere per 30 milioni di rubli (753mila euro) un pezzo da 50 chilogrammi del bolide. Falso, ovviamente. Come falsi erano anche i più modesti pezzetti da 13,5 grammi, offerti per 7.000 rubli