Spettacolari temporali di neve tra Venezia e il trevigiano, fenomeni accompagnati da attività elettrica

MeteoWeb
Ecco il temporale di neve che ha interessato le coste venete e Venezia

A sorpresa nelle ultime ore un spettacolare temporale di neve si è sviluppato davanti le coste del veneziano, inglobando la città della laguna, dove si è scatenato uno spettacolare rovescio di neve, accompagnato da scariche elettriche e da un temporaneo quanto intenso calo termico. La cosa che più stupisce di questo insolito temporale nevoso è l’attività elettrica che l’accompagna, con tuoni fragorosi. La “Cellula temporalesca” si è scivolata a causa dello scivolamento dell’isoterma di -39°C -40°C a 5100 metri sopra le più tiepide acque superficiali dell’alto Adriatico. Si tratta di valori notevolissimi, tipici delle regioni polari o sub-polari. Sicuramente il fortissimo “gradiente termico verticale” che si è venuto ad originare sopra le acque dell’alto Adriatico, con lo scivolamento di queste masse d’aria molto gelide in alta quota, unito all’intenso “forcing” operato dalla saccatura che affonda le proprie radici fin sulle coste nord-africane, sono stati gli elementi che hanno fatto scoppiare la convenzione (moti ascensionali), favorendo lo sviluppo di questa grossa “Cellula temporalesca” sulla laguna veneta. Temporale che tende a spostarsi verso le aree dell’entroterra, fino al trevigiano, dove nelle prossime ore si potrebbero abbattere dei temporali di neve davvero inconsueti, caratterizzati da una attività elettrica moderata.