Storia e Clima: l’assenza di ghiacci influenzò le caratteristiche dell’homo sapiens

MeteoWeb

Le caratteristiche degli antenati degli esseri umani attuali nel sud-est dell’Europa potrebbero essere state influenzate dall’assenza di glaciazioni episodiche. Il mancato isolamento geografico avrebbe permesso lo sviluppo delle specifiche caratteristiche fisiche dei progenitori dell’uomo moderno. La scoperta arriva dall’analisi del frammento di una mandibola inferiore rilevata in una grotta serba. Il fossile e’ il piu’ antico campione umano trovato in questa area dell’Europa e testimonia una diversa evoluzione degli ominidi residenti a sud-est rispetto a quelli che occupavano le zone piu’ occidentali del continente. La ricerca e’ stata condotta da William Jack Rink (McMaster University), Du?an Mihailovi? (University of Belgrade) e Mirjana Roksandic (University of Winnipeg) e pubblicata sulla rivista Plos One. Il fossile in questione risale almeno a 397 mila anni fa e potrebbe addirittura avere 525 mila anni, periodo in cui i tratti distintivi del Neanderthal iniziarono ad apparire in Europa. L’evoluzione di questi tratti e’ stata fortemente influenzata dall’isolamento periodico degli individui causati dalla formazione episodica dei ghiacciai. Dall’analisi delle caratteristiche del fossile si evince che gli esseri umani che al tempo risiedevano nell’Europa sud-orientale non sono mai stati geograficamente isolati dall’Asia e dall’Africa a causa dei ghiacciai. Cio’ ha determinato l’innescarsi di diversi processi evolutivi che hanno agito prima sulle caratteristiche degli esseri umani di questa regione.