SudAfrica: almeno 102 rinoceronti uccisi da inizio anno

MeteoWeb

Almeno 102 rinoceronti sono stati uccisi in Sud Africa dall’inizio dell’anno nonostante il rafforzamento delle misure di sicurezza antibracconaggio. Lo rivela un rapporto del Dipartimento sudafricano per l’Ambiente secondo cui dal primo gennaio i bracconieri hanno ucciso due rinoceronti al giorno nelle riserve naturali del paese e a pagare il prezzo più alto è stato il famoso parco di Kruger, a nord est del Sud Africa, in cui sono stati massacrati 70 animali. Un fattore determinante, secondo gli esperti che hanno stilato il documento, è rappresentato dalla stagione: l’estate australe determina un infoltimento della vegetazione e la possibilità da parte dei bracconieri di agire indisturbati. I dati confermano che nei primi 50 giorni dell’anno si è registrato un incremento del fenomeno del bracconaggio che nel 2012 ha provocato il massacro di 668 rinoceronti, una media di 1,8 animali al giorno uccisi. Una mattanza alimentata dal fiorente mercato illegale dell’avorio verso l’estremo oriente, in particolare il Vietnam, dove le zanne sono usate nella medicina tradizionale.