Terremoto Garfagnana: 272 scosse sismiche dal 25 gennaio a oggi

MeteoWeb

Dal 25 gennaio, dopo l’evento di magnitudo 4.8, sono 272 le scosse registrate nel territorio della Garfagnana tra le province di Lucca e Modena dalla rete di monitoraggio dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. E’ quanto emerge dall’ultimo aggiornamento reso noto dal dipartimento della protezione civile. In particolare, una scossa ha avuto magnitudo superiore a 3.0 (ieri, magntudo 3.3), 42 hanno avuto una magnitudo compresa tra 2.0 e 3.0, mentre 230 hanno avuto magnitudo inferiore a 2.0. Tutti i dati sulla sequenza sono pubblicati sul sito dell’Ingv. La “mappa di pericolosita’ sismica” del nostro Paese indica che l’area della Garfagnana presenta un’elevata pericolosita’: i comuni interessati dalla sequenza in corso sono classificati in zona sismica 2 e 3. “Si tratta di territori – spiegano gli esperti – in cui devono essere applicate specifiche norme per le costruzioni”. La mappa di pericolosita’ e la classificazione sismica indicano quali sono le aree del nostro Paese interessate da un’elevata sismicita’, e quindi dove e’ piu’ probabile che si verifichi un terremoto di forte intensita’, ma “non possono stabilirne con esattezza ne’ il momento ne’ il luogo”. In Italia la rete sismica nazionale registra piu’ di 10.000 terremoti ogni anno, mediamente 30 al giorno, che “non e’ possibile prevedere”.