Valanghe, pre-allarme sulle Dolomiti: alto rischio di slavine a partire da stasera

MeteoWeb

Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile del Veneto ha emesso lo stato di preallarme per ghiaccio su tutto il territorio regionale a partire dalla serata di oggi e ha dichiarato anche lo stato di preallarme per rischio valanghe nell’intera area dolomitica della provincia di Belluno. Su tutto il Veneto, a partire dalla serata, le previsioni indicano la prospettiva di estese gelate notturne con valori ampiamente sotto lo zero con la possibilita’ di riduzione della visibilita’ in pianura e in alcune valli per foschie e nebbie. Agli Enti territoriali e’ raccomandata un’azione di vigilanza e prevenzione ponendo in atto le procedure di allertamento in relazione alla prevista criticita’ nel territorio di competenza. In considerazione della possibile formazione di ghiaccio e’ raccomandato agli Enti gestori delle infrastrutture stradali e ferroviarie di assumere ogni iniziativa per garantire la sicurezza e la funzionalita’ della viabilita’. Lo stato di preallarme per il rischio valanghe riguarda l’intera area delle Dolomiti venete ed e’ valido a partire dalle ore 14 di oggi e sino a diversa comunicazione. Il bollettino nivometeorologico emesso dall’Arpav indica infatti un pericolo valanghe marcato di grado 3 per consistenti accumuli di neve fresca a seguito della perturbazione di ieri.