Regno Unito nella morsa di neve e gelo: è il marzo più freddo degli ultimi 50 anni sulle isole Britanniche (foto e video)

    /
    MeteoWeb

    La Gran Bretagna sta vivendo il marzo più freddo degli ultimi 50 anni, sferzata in questi giorni da una furiosa tempesta di neve e gelo che, purtroppo, ha già provocato due morti e decine di feriti, mandando completamente nel caos i trasporti in tutto il Paese. Una grossa frana e tanti allagamenti hanno lasciato la Cornovaglia sott’acqua, e proprio qui è morta una donna di 60 anni. Le scuole sono chiuse da due giorni e forse lo rimarranno anche lunedì. Nella città di Plymouth, nella zona sud/occidentale dell’Inghilterra, sono caduti quasi 100mm di pioggia con temperature appena superiori allo zero.
    La seconda vittima, invece, si è registrata a Burnley, nel Lancashire: un 27enne è stato ritrovato completamente congelato in quanto morto assiderato dopo un incidente stradale. Tra il nord dell’Inghilterra, il Galles e la Scozia, infatti, c’è tantissima neve con accumuli fino a 50cm in zone di pianura, come mai era accaduto prima a marzo. Treni, autostrade e aeroporti sono completamente in tilt. Nel Galles circa 10.000 case sono rimaste senza corrente elettrica. La temperatura media di marzo in Inghilterra è di +6,0°C; quest’anno fino ad oggi i meteorologi britannici hanno registrato una media di +2,2°C, quasi 4°C al di sotto della media mensile, un valore che potrebbe abbassarsi ulteriormente alla luce del grande gelo previsto per i prossimi giorni. Infatti per tutta la Settimana Santa le temperature saranno ancora più basse, polari su tutte le isole Britanniche, e arriveranno almeno altre due tempeste oceaniche che, provenienti dall’Atlantico, determineranno ancora una volta copiose nevicate. Molto probabilmente la morsa del freddo non si allenterà neanche nel prossimo weekend, nei giorni di Pasqua!