Allerta Meteo, l’Italia non esce dal tunnel del maltempo: altre 3 forti perturbazioni nei prossimi giorni

    /
    MeteoWeb

    L’Italia non riesce proprio a uscire dal tunnel del maltempo che la attanaglia da moltissimo tempo: il nostro Paese sarà attraversato nei prossimi giorni da altre 3 perturbazioni che, senza sosta, provocheranno tante altre piogge su un territorio già duramente provato con centinaia di frane e smottamenti da nord a sud. In queste ore è in transito sulla Sardegna la perturbazione n°3 del mese di aprile, come possiamo osservare dalle mappe a corredo dell’articolo. Piove con +15°C a Cagliari e sono segnalati dei temporali sia sul Mar di Sardegna che nel Canale di Sicilia. Sulla Regione Sarda avremo piogge sparse e anche intense soprattutto nel pomeriggio/sera, poi i fenomeni si sposteranno su Sicilia, Calabria e Puglia dove domani ci saranno altre precipitazioni anche intense in modo particolare sul Salento, nelle zone tirreniche della Calabria e in quelle della Sicilia, e nello Stretto di Messina. Sarà una domenica di fresco e maltempo in tutto il Sud, con l’arrivo di forti venti di maestrale che faranno diminuire le temperature di diversi gradi.
    Poi, nella notte tra domenica e lunedì, questa perturbazione si allontanerà verso i Balcani ma non ci sarà neanche un’ora di tregua perchè da nord/ovest arriverà subito la perturbazione n°4 di aprile, sempre dall’oceano Atlantico, con una saccatura oceanica che lunedì 8 aprile porterà altre forti piogge su tutto il centro/nord e in modo particolare nelle zone già colpite di Liguria, Emilia e alta Toscana, dove avremo altri nubifragi con nevicate sull’Appennino dai 1.000 metri in sù. Continuerà, infatti, a far freddo e sui rilievi già sommersi dalla dama bianca, cadrà tanta altra neve. Se tutte queste piogge si fossero verificate con temperature più elevate, staremmo parlando in questi giorni di una grande alluvione al nord, ma per fortuna la solidità delle precipitazioni nevose sin dalle quote medie, o anche potremmo dire “basse” considerato il periodo (siamo ormai quasi a metà aprile!), consente di evitare il peggio. Questa nuova perturbazione colpirà in modo particolare il centro/nord, dove poi anche martedì 9 e mercoledì 10 insisteranno piogge sparse, mentre al sud ci sarà qualche giorno di sole (seppur con delle nubi sparse).
    La nuova perturbazione arriverà poi nel prossimo weekend, tra venerdì 12 e sabato 13 aprile: sarà la perturbazione n°5 del mese, almeno secondo alcuni centri di calcolo come ECMWF che conferma oggi le proiezioni di cui abbiamo già parlato ieri sera. Non tutti i modelli sono d’accordo, c’è molta confusione e non è da escludere che possa finalmente arrivare l’anticiclone. Ma sul medio/lungo termine difficilmente il centro Reading sballa le previsioni per più runs consecutivi, e alla luce delle mappe che pubblichiamo anche nella galleria di quest’articolo, in basso, questo peggioramento potrebbe essere il più forte di tutti, con precipitazioni torrenziali e temperature in forte calo in tutt’Italia, tanto che la neve tornerebbe a cadere copiosa sui rilievi sin dalle quote medie, o – ripetiamo ancora – “basse” per il periodo.
    Continuate a seguirci per ulteriori aggiornamenti.