Influenza aviaria, due nuovi casi di contagio umano da H7N9 in Cina: cresce la preoccupazione

MeteoWeb

Due nuovi casi di contagio da H7N9 in Cina. E il bilancio delle persone infettate dal virus della nuova aviaria sale a quota 16, con 6 morti accertate. I nuovi casi, confermano le autorita’ sanitarie locali, sono stati rilevati nella provincia dello Jiangsu, dunque sempre nella parte est del gigante asiatico. Si tratta di una donna di 61 anni che si e’ ammalata il 20 marzo ed e’ stata portata in ospedale 6 giorni dopo, quando le sue condizioni di salute sono peggiorate. Le analisi hanno confermato l’infezione da H7N9, ceppo di aviaria nuovo per l’uomo. L’altro caso e’ quello di un 79enne che si e’ sentito male il 21 marzo ed e’ stato ricoverato in ospedale per le cure 10 giorni piu’ tardi. Oggi la conferma che e’ risultato positivo al virus. I contatti stretti dei due pazienti, circa 65 persone, non hanno ancora mostrato sintomi di febbre, naso che cola o tosse. Altri due casi sospetti, intanto, sono stati segnalati nella provincia, ma occorrera’ attendere l’esito dei test per le conferme.