Intensi venti di maestrale tra Canale di Sicilia e Ionio, raffiche sui 60 km/h fra Pelagie e Salento

MeteoWeb
L'intenso moto ondoso sul Mediterraneo centro-orientale

Una intensa ventilazione di maestrale sta investendo i bacini più meridionali italiani e i mari attorno la Sicilia. In particolare, fra lo Ionio ed il Canale di Sicilia, il vento da NO sta soffiando in modo abbastanza sostenuto, con raffiche di oltre i 60-65 km/h sulle Pelagie, Pantelleria e lungo le coste salentine. A Lampedusa, per esempio, vengono segnalate raffiche ad oltre 62 km/h, mentre a Santa Maria di Leuca la ventilazione settentrionale ha superato da poco la soglia d’attenzione dei 60 km/h, versandosi con intense raffiche in direzione dello Ionio. La ventilazione piuttosto sostenuta dovrebbe iniziare ad attenuarsi non prima della prossima nottata, quando il grosso delle burrasche si sposterà sullo Ionio e sul mar Libico, dove in nottata si attiveranno vere e proprie bufere. Anche il moto ondoso dovrebbe cominciare a scadere dalla tarda nottata su tutti i bacini. Solo lo Ionio a largo continuerà a presentarsi molto mosso, fino a localmente agitato a largo.