Maltempo, allagamenti in Emilia Romagna: picchi di 200mm nelle ultime 12 ore nel reggiano!

MeteoWeb

Sessanta millimetri di pioggia in poco piu’ di 12 ore si sono abbattute sula zona pedo-collinare di Reggio Emilia. Lo comunica Coldiretti Emilia Romagna sulla base dei dati del Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale. Eccezionali anche le precipitazioni in montagna, soprattutto sul crinale, con oltre 200 mm di pioggia registrati al passo del Cerreto. Una mole d’acqua, che non si ricorda a memoria d’uomo, sta scendendo verso la pianura. Gia’ dalla notte scorsa tecnici della bonifica sono in piena attivita’ per risolvere situazioni di crisi. Nell’attesa del passaggio dell’eccezionale onda di piena lungo i canali, il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale sta predisponendo ogni mezzo per limitare la piena, utilizzando tutte le casse di espansione a disposizione. Tra le tante manovre effettuate, a Bagnolo in Piano e’ stato attivato l’impianto del Cavo Rodanello, inattivo da oltre 30 anni. Sono gia’ attivati gli impianti idrovori in sinistra Crostolo (Boretto e Gualtieri), e stanno per entrare in azione anche l’impianto di Mondine a Moglia, compatibilmente con le gravi lesioni causate dal terremoto, e l’impianto di San Siro a San Benedetto Po, che consentiranno di smaltire sino a 150.000 litri al secondo. Intanto in provincia di Parma e’ stato chiuso il ponte di Sorbolo sul fiume Enza in piena, mentre l’eccesso di pioggia sta attivando frane, vecchie e nuove, mettendo in crisi la viabilita’ a Calestano, Vezzano, Signatico e Terenzo, comune quest’ultimo dove e’ chiusa la strada Selva-Cassio. Sempre a Parma – dove Coldiretti ha gia’ sollecitato lo stato di emergenza – allagamenti stanno interessando la tangenziale sud, con ingressi a rischio chiusura.