Maltempo in Toscana, la provincia di Siena chiede il riconoscimento dei danni all’agricoltura

MeteoWeb

La Provincia di Siena si e’ fatta carico delle segnalazioni arrivate dal mondo agricolo senese, preoccupato per le rilevanti conseguenze del maltempo sulle attivita’ e le produzioni, trasmettendo una relazione dettagliata sui dati pluviometrici riferiti al periodo compreso tra novembre 2012 e marzo 2013 alla Regione Toscana e ad Artea, l’Agenzia regionale toscana per le erogazioni in agricoltura. Le verifiche in campo e la lettura dei dati hanno evidenziato, nel periodo in questione, precipitazioni che, per frequenza ed entita’ delle piogge, sono state notevolmente superiori alla media dei 6 anni precedenti. Un quadro tale da far ritenere alla Provincia che sussistano le condizioni di eccezionalita’ previste all’articolo 9 comma 2 del Decreto del Ministro dell’Agricoltura e Foreste n. 1229 del 31 gennaio 2008. ”La consistente piovosita’ registrata fra lo scorso autunno e il mese di marzo – spiega il dirigente del Settore sviluppo rurale della Provincia di Siena, Paolo Bucelli – e’ stata l’ennesima complicazione climatica che ha colpito l’agricoltura senese, dopo la severa siccita’ registrata nell’estate 2012. Le piogge eccezionali hanno reso pressoche’ impossibili le normali operazioni di semina delle colture autunno-vernine e hanno compromesso la vegetazione di quelle realizzate, impedendo il rispetto dell’avvicendamento colturale. Il rischio maggiore e’ quello di compromettere la produzione 2013 per le aziende biologiche e integrate”.