Tecnologia: nel 2045 il primo uomo immortale?

Fino a oggi era solo fantascienza: l’uomo immortale, la tecnologia capace di renderci immortali, le capacità cerebrali, la memoria, la personalità conservate per sempre!

E’ quanto tenta di fare Dmitry Itsov, 32 anni, miliardario russo, che vuole portare a termine il progetto entro il 2045. Il progetto prevede diversi step, tra cui trapiantare un cervello umano in una macchina artificiale. Il punto finale sarebbe il trasferiemnto dell’essenza dell’uomo: coscienza, personalità, in una macchina. Un modo che potrebbe renderci anche liberi di viaggiare nello spazio alla velocità della luce, senza vincoli fisici.

Un traguardo importante, affascinante e inquietante cui si lavora col nome di “Russia 2045”, avviato nel 2011.

Testimonial dell’iniziativa proprio lo Steven Seagal di “Die Hard”, che ha anche chiesto a Putin il sostegno a questa iniziativa.