Treno deragliato in Umbria l’8 aprile: colpa delle forti piogge e di una piccola scossa sismica

MeteoWeb

Il deragliamento del treno della fcu lo scorso 8 aprile in localita’ Montecastelli di Umbertide e’ avvenuto al culmine di una eccezionale stagione di precipitazioni atmosferiche ed e’ stato determinato dal collassamento di un muro di contenimento lungo 40 metri ed alto tre, per effetto di uno smottamento del terreno a monte. L’incidente potrebbe essere stato sollecitato anche da una scossa tellurica registrata nell’area alle 0,17 della notte precedente. Ha risposto cosi’ l’assessore della Regione Umbria, Silvano Rometti, alla tesi sollevata dal consigliere regionale Andrea Lignani Marchesani (FdI) sulla possibilita’ che a far deragliare il treno possa aver influito piu’ “la scarsa manutenzione della linea ferroviaria che non la abnorme quantita’ di piogge”. Alle osservazioni sulla “mancata manutenzione per effetto di una diminuzione di risorse finanziarie, sopratutto dopo la creazione della holding unica del trasporto” l’assessore Rometti ha obiettato che “sono stati fatti controlli periodici su tutta la linea da parte di una commissione di tecnici integrati da esperti del ministero”. “Le ispezioni – ha aggiunto – hanno interessato quel tratto di linea a settembre novembre e dicembre 2012 fino al 5-6 marzo ed al 4 aprile 2013”.