Allerta Meteo: nubifragi al centro/sud in settimana, poi irruzione artica e freddo in tutt’Italia nel weekend!

/
MeteoWeb

04Prospettive meteo davvero incredibili per i prossimi giorni sull’Italia: la primavera continua ad essere latitante e il maltempo la fa da padrone, nonostante qualche schiarita che interessa diverse Regioni nella giornata odierna, e che ci sarà anche domani seppur tra le nubi e con qualche rovescio di pioggia sparso a macchia di leopardo. Domani, martedì 21 maggio, avremo piogge sparse e temporali soprattutto in Sicilia, Calabria, Toscana, Marche, Umbria, Lazio e all’estremo nord, ma come possiamo osservare dalle mappe a corredo dell’articolo, un intenso peggioramento interesserà il centro e il sud tra mercoledì 22 e giovedì 23 maggio, con forti temporali e piogge intense dapprima in Sardegna e poi su Marche, Lazio, Abruzzo, Campania, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.
31I fenomeni più intensi interesseranno mercoledì mattina la Sardegna e poi, mercoledì sera, il basso Tirreno tra Campania e Calabria, con forti nubifragi su Napoli e Salerno. Questo peggioramento sarà provocato dall’arrivo di una profonda perturbazione da ovest, con forti venti dapprima meridionali e poi nord/occidentali, con burrasche su tutti i mari tanto da avere mareggiate sulle coste esposte. Nelle prossime ore potremo entrare meglio nei dettagli, ma intanto gli occhi sono già puntati sul fine settimana quando, tra venerdì 24 e domenica 26, l’Italia sarà colpita da una vera e propria irruzione d’aria artica proveniente dalla Groenlandia. Proprio venerdì inizierà a nevicare su tutto l’arco alpino fino a bassa quota, con forti venti prefrontali di libeccio sull’alto Tirreno dove il mare andrà subito in tempesta.
15Sabato, poi, le temperature diminuiranno su tutto il centro/nord con piogge e temporali. La neve si abbasserà fino ai 1.200 metri sull’alto Appennino, per poi crollare domenica fino ai 1.000 metri nell’alto Appennino e fino ai 1.800 metri sui rilievi del centro/sud. Anche lunedì 27 le temperature continueranno a diminuire soprattutto al centro/sud, con piogge sparse e temporali. E’ ancora presto per poter delineare i dettagli precisi di quest’ulteriore peggioramento che, però, avrà caratteristiche davvero invernali a partire dalla provenienza dell’aria fredda, che si fionderà sull’Italia direttamente dalla Groenlandia, fino agli effetti sulle nostre Regioni che saranno eccezionali relativamente alle medie di fine maggio. Le temperature scenderanno fino a 10°C sotto le medie del periodo, e addirittura potranno essere battuti alcuni record storici! Ecco le mappe: