Allerta Meteo: nubifragi e temporali al centro/sud tra domani e giovedì con forti venti e mareggiate, tutti i dettagli

/
MeteoWeb

mareggiataIl maltempo che nei giorni scorsi ha colpito duramente l’Italia centro/settentrionale con piogge torrenziali, forti temporali, grandinate e neve sui rilievi, si sta spostando al centro/sud dove tra domani, martedì 21, e giovedì 23 maggio, transiterà un ciclone Afro/Mediterraneo che si formerà tra stasera e domattina nell’entroterra algerino acausa dell’afflusso di masse d’aria fredde provenienti da nord, figlie del sistema perturbato che nei giorni scorsi ha provocato tutto il maltempo del nord Italia. A causa degli accesi contrasti termici, tra Algeria e Tunisia nella giornata di domani nascerà un profondo ciclone con un minimo barico di 998hPa che si muoverà rapidamente verso nord/est, portandosi così sull’Italia meridionale nella giornata di dopodomani, mercoledì 22 maggio.
saettLE PRECIPITAZIONI – Intanto, però, già domani avremo violenti nubifragi e forti temporali nel nord dell’Algeria e sulle Baleari, nel Mediterraneo occidentale, in spostamento nella serata su Tunisia e Sardegna. Sull’Italia, invece, domani mattina avremo il transito di alcuni corpi nuvolosi prefrontali che risaliranno il Paese da sud/est verso nord/ovest, con piogge sparse su tutta la Sicilia, nella Calabria meridionale e nelle Regioni del centro, tra Lazio, Abruzzo e Umbria, ma deboli. Qualche temporale più intenso potrà colpire il nord della Sardegna e le Alpi lombarde, dove persisterà un’accentuata instabilità. Nel pomeriggio/sera di domani il maltempo si intensificherà al centro, tra Marche, Umbria, Toscana, Lazio e Abruzzo, mentre le piogge si estenderanno a tutta la Sardegna e a gran parte di Calabria e Campania.
saettabella2In Sicilia ci sarà un timido e moderato miglioramento dopo le piogge del mattino. Nella notte tra domani e mercoledì forti temporali si muoveranno verso la Sardegna meridionale, e mercoledì mattina colpiranno l’isola soprattutto nel cagliaritano. Continuerà apiovere intensamente nelle Regioni del centro, in modo particolare tra Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo ma anche su Campania, Molise e nord della Puglia. Nel pomeriggio/sera, poi, avremo forti temporali in risalita dal Tirreno verso l’Italia peninsulare, con violenti acquazzoni tra Lazio, Abruzzo, Campania, Molise, Puglia centro/settentrionale, Basilicata e Calabria centro/settentrionale tirrenica. In questa fase avremo i fenomeni più intensi e non mancheranno le grandinate. Tra mercoledì sera e giovedì mattina, poi, il vortice ciclonico si sposterà sull’Adriatico e irromperà un forte maestrale da nord/ovest, con temperature in picchiata e l’arrivo del fronte freddo che addenserà piogge e temporali nel basso Tirreno, tra Campania, Calabria e Sicilia, dove il clima rimarrà piovoso per tutta la giornata di giovedì.
33LE TEMPERATURE – Dal punto di vista termico avremo dei giorni molto altalenanti. Domani, martedì 21, le temperature rimarranno stazionarie sui valori odierni, più o meno in linea con le medie del periodo, con picchi di +26/+27°C in Puglia, +25°C in Calabria e Sicilia, +24°C in Sardegna. Poi martedì mattina avremo un flusso sciroccale che farà momentaneamente aumentare le temperature in tutto il Sud, a causa della risalita di masse d’aria molto calde dalla Libia verso Sicilia e Calabria tramite il Canale di Sicilia. Proprio tra Calabria e Sicilia avremo qualche valore vicino ai +30°C, condizionato dai forti venti di scirocco, e quindi limitato alle zone tirreniche, ma la situazione cambierà molto rapidamente a partire dal pomeriggio della stessa giornata di mercoledì quando il minimo si porterà dapprima sul Tirreno e poi nel basso Adriatico, aprendo la strada un maestrale molto più fresco che arriverà da nord/ovest facendo diminuire le temperature su tutte le Regioni meridionali. Nella giornata di giovedì 23 maggio farà davvero fresco in tutto il sud, con temperature massime che faranno fatica a raggiungere i +20°C su tutta la fascia tirrenica, da Napoli a Palermo.
38I VENTI – Questo peggioramento sarà condizionato anche da forti venti, che già nella giornata di domani, martedì 21 maggio, soffieranno intensamente tra Calabria, Sicilia e Sardegna, dai quadranti orientali. Eloquenti, in tal senso, le mappe a corredo dell’articolo. Nella giornata di mercoledì 22 maggio, dopodomani, avremo una forte circolazione ciclonica in tutto il centro/sud, intorno al minimo di bassa pressione, con forti venti dapprima di scirocco, in mattinata, su Puglia, Sardegna e Sicilia, con raffiche fino a 90km/h e mareggiate nel Golfo di Taranto, sul Salento, nel Mar Jonio e nel Canale di Sicilia, poi invece nel pomeriggio/sera irromperà un forte maestrale che soffierà fino a forza 8 tra Sardegna, Sicilia, Campania e Calabria, con forti mareggiate su tutte le coste esposte e sulle isole del Canale di Sicilia (Pantelleria, Linosa, Lampedusa e Malta). Attenzione soprattutto in serata al litorale tirrenico tra Campania, Basilicata e Calabria, dove si rischiano mareggiate davvero furiose con raffiche fino a 140km/h in mare aperto! Giovedì il maestrale arriverà anche nel basso Adriatico e sullo Jonio, persistendo con raffiche molto forti (fino a 120km/h) su tutto il medio/basso Tirreno e in Sardegna. Sarà una sfuriata molto intensa e assolutamente fuori stagione, soprattutto per le spiagge di Sardegna, Sicilia, Calabria, Campania e Puglia dove sono già allestite le strutture balneari che, invece, rischiano di subire seri danni da mareggiate molto violente.