Emergenza per la piena del Po, locali esondazioni e straripamenti: il punto della situazione

MeteoWeb

piena po 01Il secondo colmo di piena del fiume Po e’ transitato a Piacenza nella nottata con 6.49 metri sullo zero idrometrico, con una criticita’ moderata; questa mattina nella sezione di Cremona si registrano i valori massimi, intorno ai 2.85 metri (criticita’ ordinaria), anticipati di alcune ore rispetto a quanto previsto in precedenza. A Casalmaggiore il colmo di piena e’ previsto nel pomeriggio, con quote che si attesteranno sui 5.50 m, e a Boretto nella tarda serata di oggi, con valori intorno a 6.60 m, di poco superiore alla soglia 3 di criticita’ (criticita’ moderata/elevata). Nella notte il colmo transitera’ nella sezione di Borgoforte con valori previsti nell’intorno dei 7.10 m, livello di poco superiore alla soglia di ‘criticita’ 3′. E’ l’ultimo aggiornamento fornito dall’Aipo, l’Agenzia interregionale per il Po, che conferma, nel tratto di Po a valle della sezione di Boretto (Reggio Emilia) fino al Delta, ”il verificarsi di un unico e prolungato colmo di piena su livelli di criticita’ complessivamente moderata”, ma i valori massimi previsti potranno temporaneamente e localmente superare la ‘soglia 3′. A Pontelagoscuro (Ferrara) il colmo, previsto per le prime ore di giovedi’, sara’ prossimo a 2.30 metri, corrispondente alla ‘soglia 3′ di criticita’. Visti gli elevati livelli e la presenza di materiali flottanti lungo il corso d’acqua tra Piacenza e il mare, Aipo sconsiglia per motivi di sicurezza la navigazione da diporto. L’innalzamento dei livelli puo’ determinare l’allagamento delle aree golenali aperte, mentre non si prevede l’interessamento delle golene chiuse.