Meteo, previsioni stagionali: che estate sarà? Spifferi freschi e tanto maltempo!

/
MeteoWeb

estate si estate noSecondo un po tutti i centri di calcolo che azzardano previsioni stagionali, la prossima estate sull’Italia sarà intervallata da numerose ondate di fresco e maltempo che la renderanno mite e soleggiata solo a singhiozzo. Non solo, quindi, la bella stagione arriverà in netto ritardo con questa primavera così eccezionalmente piovosa (dati alla mano, in alcune località del nord è la più piovosa degli ultimi 200 anni e ancora non è finita!), ma sarà anche caratterizzata da fresco e maltempo.
jesolo mareggiataLo scrive, ad esempio, il centro LaMMA che prevede per giugno un “mese caratterizzato da una certa dinamicità atmosferica legata pricipalmente ad ondulazioni di matrice nord atlantica. Pertanto sono attese temperature in media al Nord e sulla Toscana e al di sopra su quelle meridionali e adriatiche. Le precipitazioni risulteranno superiori alla normale climatica al Centro Nord, in media o al di sotto sul resto della Penisola” e poi per luglio nella prima metà del mese la configurazione media dovrebbe rimarcare quella di giugno, per poi seguire la climatologia tipica del periodo. Temperature in media al Nord, in media o superiori sulla Toscana e superiori al Centro Sud. Precipitazioni nella norma o superiori sulle regioni settentrionali e sull’alta Toscana (le anomalie pluviometriche più marcate sono attese sull’arco alpino). In media o inferiori sul resto d’Italia“. Agosto, invece, è ancora troppo lontano ma verosimilmente sarà il mese più caldo e più estivo di tutta la stagione sull’Italia. Una tendenza confermata dal modello IBIMET del Cnr.
La pensa così anche il noto meteorologo Mario Giuliacci, che ha pubblicato sul suo sito internet un interessantissimo articolo con tutti i dettagli sull’estate che sarà, con una conclusione che ci sentiamo di condividere al 100% e riportiamo integralmente:

Il presente articolo e gli altri 3 scritti sullo stesso argomento negli ultimi 30 giorni sono stati pubblicati in parte per diffondere conoscenze scientifiche (accessibili solo a Fisici che abbiano frequentato corsi d Fisica dell’Atmosfera all’Università) e in parte per stroncare sul nascere le speculazioni gratuite che circolano sulla rete su una presunta estate super-rovente (la musica di ogni inizio-estate). Coloro che prevedono una estate tipo 2003, hanno l’obbligo di portare le pezze scientifiche di appoggio a tale tesi. Se no lo fanno, allora è più che fondato il sospetto che la notizia sia la solita bufala pre-estiva.