Allerta Meteo, il bollettino della protezione civile per domani: forti temporali al centro/sud

MeteoWeb

Logo_protezione_civile_nazionale_200x200-110x90Una depressione di origine atlantica, di passaggio lungo la nostra penisola, sta determinando condizioni di instabilità che dalle regioni centrali si estenderanno al sud, in particolare, sui settori adriatici e ionici. Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello diffuso ieri. L’avviso prevede, a partire dalle prime ore di domani, sabato 29 giugno, precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale su Molise, Basilicata, Calabria e Puglia con possibili rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

domaniIL BOLLETTINO PER DOMANI, SABATO 29 GIUGNO 2013:

Precipitazioni:
– sparse, anche a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui settori adriatici di Abruzzo e Molise e su Puglia, Campania orientale, Basilicata e settori tirrenici centro-meridionali della Calabria, con quantitativi cumulati puntualmente moderati, generalmente più significativi sulla Puglia centro-settentrionale;
– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori di Campania e Calabria e su Marche, settori orientali di Umbria e Lazio e settori settentrionali della Sicilia, con quantitativi cumulati deboli.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: massime in generale rialzo nei valori massimi al Nord e sulle regioni centrali tirreniche, localmente anche sensibile specie sull’Emilia Romagna, in generale diminuzione al Sud, anche sensibile sulla Puglia.
Venti: forti nord-occidentali sulle due isole maggiori e localmente sui settori tirrenici di Toscana e Lazio e sulla Calabria; tendenti a localmente forti dai quadranti settentrionali sulla Puglia; localmente forti di Foehn sui settori alpini centro-occidentali; forti raffiche durante le manifestazioni temporalesche.
Mari: da molto mosso ad agitato il Mar di Sardegna; molto mossi il Canale di Sardegna, lo Stretto di Sicilia, il Tirreno meridionale, lo Ionio meridionale e localmente il Tirreno centrale; tendente a localmente molto mosso dalla serata l’Adriatico centro-meridionale.