L’insolito e affascinante fenomeno della “nebbia di mare” tra le Eolie e il messinese tirrenico (foto)

/
MeteoWeb

994801_500581786675014_897971982_nCome possiamo osservare dalle foto e dalle mappe satellitari a corredo dell’articolo, nella giornata odierna si sta verificando un fenomeno insolito e affascinante nel basso Tirreno, tra le isole Eolie e il litorale messinese: la “nebbia di mare“.
Le foto a corredo dell’articolo ci sono state inviate da Marco Scaffidi Saggio, che le ha scattate a Gioiosa Marea, in provincia di Messina, e da Johnny Lupo che le ha scattate invece a Vulcano, una delle isole Eolie. Un altro lettore, Andrea Grillo, ci ha inviato una foto analoga da Giammoro, sempre nel messinese.
Vulcano01La nebbia di mare, provocata dall’assenza di venti e da un’aria umida con scorrimento di masse d’aria calda su una superficie marina ancora molto fresca, sta mantenendo le temperature su valori piacevoli tanto che Acquedolci e Saponara Marittima oggi non hanno superato i +27°C, Brolo s’è addirittura fermata a +26°C, temperature inferiori rispetto alle medie del periodo. E queste sono solo le massime, perché adesso, con nebbia fitta, la colonnina di mercurio è piombata fino a +24/+25°C in pieno giorno.
Questo fenomeno, già di per sè molto raro, si verifica solitamente nei mesi primaverili, aprile e maggio, quando le prime ondate di calore interessano la Sicilia e le acque dei mari che la circondano sono ancora fresche. Quest’anno siamo quasi a fine giugno e il verificarsi di questo fenomeno evidenzia quanto questo 2013 sia stato caratterizzato da una primavera e da un inizio d’estate tremendamente freschi, un fresco che continuerà ancora nelle prossime settimane dopo questa breve parentesi di normalità estiva..