Terremoto 5.2 in Lunigiana, il prefetto di Pisa riunisce l’unità di crisi

MeteoWeb

intensityIl prefetto di Pisa, Francesco Tagliente, ha riunito l’unita’ di crisi dell’Unita’ di crisi per monitorare le conseguenze delle scosse sismiche verificatesi a partire dalle ore 12,33 di oggi. Ai centralini delle Sale Operative dei Vigili del Fuoco, della Questura, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e delle Polizie Municipali sono pervenute alcune centinaia di segnalazioni e richieste d’intervento da parte di persone colte dal panico dopo la prima scossa tellurica.  I Vigili del Fuoco hanno gia’ effettuato una decina di sopralluoghi e interventi presso diversi edifici nei Comuni di Pisa, Pontedera e Cascina, all’esito dei quali non sono state registrate situazioni di pericolo per la pubblica incolumita’. Anche la protezione civile, della Provincia e dei Comuni, ha prontamente effettuato le verifiche di competenza, dalle quali non sono emerse situazioni di criticita’. Il Prefetto, il Vicario e il Capo di Gabinetto della Prefettura e il Comandante dei Vigili del Fuoco sono in contatto con i 39 Sindaci della Provincia assicurando il supporto dell’Unita’ di Crisi per eventuali esigenze. Il Prefetto Tagliente e’ in contatto anche con il Ministero dell’Interno e con la Presidenza della Repubblica che seguono attentamente la situazione.