Estate: da incendi a nubifragi, Vigili del Fuoco mobilitati per le varie emergenze

MeteoWeb

vigili del fuoco“Impegno costante a 360 gradi per i vigili del fuoco, che ora devono alternarsi tra gli incendi e i violenti nubifragi che colpiscono il territorio della nostra nazione e che mettono a dura prova il sistema del soccorso e della sicurezza pubblica, gia’ falcidiato dai tagli della spending review e dalla limitazione delle assunzioni. Purtroppo, i cambiamenti climatici in atto determinano un aumento esponenziale delle calamita’ naturali i cui effetti disastrosi vanno prevenuti per tempo, specie in un paese ad elevato rischio idrogeologico come l’Italia; per questo, da tempo chiediamo attenzione politica ai problemi di funzionamento dei vigili del fuoco, che poi sono i problemi di sicurezza dei cittadini”. Lo afferma a Labitalia Antonio Brizzi, segretario generale del Conapo, uno dei maggiori sindacati dei vigili de fuoco. “Vi sono provvedimenti che il ministro Alfano potrebbe adottare a costo zero e che chiediamo da tempo -aggiunge- che consentirebbero di ridare ossigeno alla sicurezza dei cittadini: ci riferiamo alle assunzioni di vigili del fuoco da finanziarsi con i soldi oggi usati per retribuire il personale precario; ci riferiamo alla costituzione di un fondo per le emergenze nella disponibilita’ del ministero dell’Interno che oggi opera contraendo debiti verso i privati”. Per Brizzi, inoltre, “occorre seriamente riflettere sul fatto che il blocco delle assunzioni del turnover determinera’ a breve un pericoloso aumento dell’eta’ media, e quindi dell’efficienza, dei vigili del fuoco, gia’ oggi in media sopra i 45 anni, contro i 30 di venti anni fa, e che, come da noi calcolato, determinera’ la carenza di 4.500 uomini nel 2016 con il rischio del collasso operativo del corpo, con la conseguente chiusura di un centinaio di sedi, e quindi con tempi molto ma molto superiori per prestare soccorso ai cittadini, tutte cose che i politici non dicono ma che agli addetti al settore sono ben note”.