In Sardegna 14 bambini giapponesi vittime del disastro di Fukushima

MeteoWeb

fukushimaParte il 26 luglio il secondo Summer stay in Italy, la seconda edizione del soggiorno estivo in Sardegna per i bambini di Fukushima (Giappone), la citta’ colpita disastro dell’esplosione della centrale atomica in seguito al terremoto dell’11 marzo 2011. Il progetto, organizzato dall’associazione ”Orto dei sogni”, costituita da giapponesi e italiani, che dall’estate del 2012 sta promuovendo un programma di soggiorno curativo per i bambini vittime del disastro, ha lo scopo di ”seminare buona salute e vitalita’, far crescere i sogni”. Quest’estate nell’ostello di Zurradili, in comune di Marrubiu (Or) saranno ospiti 14 bambini, 8 maschietti e 6 femminucce dai 7 ai 12 anni, per un soggiorno di un mese, dal 26 luglio al 23 agosto, durante il quale beneficeranno di un programma di cura. I bambini colpiti dal dramma delle conseguenze dell’esplosione della centrale nucleare tutti i giorni cureranno una parte dell’orto a loro affidata sotto le direttive di un agronomo, e utilizzeranno le verdure coltivate per confezionare i loto pasti e seguire le lezioni di cucina italiana. Il menu’ studiato e’ una mix italo-giapponese ricco di verdure. Nel mese di soggiorno in Sardegna i 14 bambini faranno lezioni di equitazione, cucina, danza, laboratori ambientali e storici. Al termine del soggiorno saranno sottoposti ad un check up medico. Grazie a questo soggiorno estivo di gruppo nella natura dell’isola questi bambini possono godere di un’occasione di crescita fisica e mentale, lasciando loro una migliore prospettiva per il futuro.