La terribile eruzione del vulcano Irazù si è generata da una vera e propria “autostrada dall’inferno”

MeteoWeb

Irazù2E’ stata generata da una vera e propria ‘autostrada dall’inferno’ l’eruzione del vulcano Irazù, in Costa Rica: a 53 anni di distanza si e’ scoperto che la risalita del magma, che si pensava richiedesse migliaia di anni, in quell’occasione e’ avvenuta nel giro di pochi mesi.
Il lavoro pubblicato da due ricercatori dell’Universita’ Columbia di New York su Nature fa nuova luce sui poco conosciuti meccanismi che avvengono nelle profondita’ dei vulcani.
Irazù01Analizzando la composizione di alcune rocce espulse dal vulcano Irazu’, che con i suoi 3400 metri e’ il piu’ grande del Costa Rica, nel corso della grande eruzione avvenuta tra il 1963 e 1965, i ricercatori sono riusciti a ricostruire le dinamiche che hanno spinto la risalita del magma. I dati mostrano che la risalita della lava dalle profonde e poco conosciute regioni del mantello sia avvenuta molto rapidamente, pochi mesi o al massimo un anno. La scoperta e’ stata possibile analizzando alcuni inusuali cristalli di olivina, un minerale presente nelle ceneri eruttate. Questi cristalli hanno permesso di memorizzare nella loro struttura le differenti fasi che hanno attraversato e i tempi impiegati durante la loro risalita dal mantello. In questo modo e’ emerso che, a differenza di quanto si pensava finora, la lava di questo tipo di vulcani troverebbe una sorta di autostrada che ne permetterebbe la salita rapida. Se queste autostrade si dimostrassero tipiche anche di altri vulcani, le analisi sismiche e della deformazione del terreno potrebbero fornire informazioni piu’ precise per capire in anticipo le rapide risalite di lava e le successive eruzioni.