Maltempo in India, continua a infuriare il monsone: altri morti nell’Uttarakhand

MeteoWeb

India FloodsAlmeno 11 persone sono morte nello stato himalayano dell’Uttarakhand, nel nord dell’India, a causa di una nuova ondata di piogge monsoniche dopo quelle devastanti della meta’ di giugno. Lo riferisce The Indian Express. Una famiglia di sette persone e’ stata travolta dal crollo dell’abitazione causato da una frana nel distretto di Chamoli. In un altro incidente, quattro operai sono precipitati in un fiume mentre stavano riparando una strada. Intanto c’e’ ancora confusione sul numero delle vittime delle alluvioni del 16 e 17 giugno che hanno causato enormi danni e decine di migliaia di senzatetto ancora oggi isolati dal resto del Paese. Ieri le autorita’ dell’Uttarakhand hanno aggiornato il numero di dispersi a 5.360 persone, ma secondo altre fonti sarebbero oltre 11 mila. Il governo locale ha poi annunciato che il pellegrinaggio alle sorgenti del Gange (detto ”char dham”) sara’ ripristinato il 30 settembre nei tre templi di Gangotri, Yamunotri e Badrinath, ma non nel luogo sacro di Kedarnath che e’ stato spazzato via dalle inondazioni. L’economia dell’Uttarakhand dipende largamente dal turismo religioso che ogni anno attrae circa 2 milioni e mezzo di devoti indu’.