Meteo, arriva il super-caldo. I consigli dell’esperto: “bere molta acqua, mangiare frutta e verdura”

MeteoWeb

acqua“Da luglio a fine settembre i cardiologi dovrebbero rivedere piu’ del 70% delle terapie e diminuire il dosaggio dei diuretici di circa il 50%”. E’ quanto afferma Claudio Coarelli, cardiologo presso la Nuova clinica Villa Claudia di Roma, che spiega quali accortezze prendere con la canicola per i malati di cuore. Durante le ondate di calore infatti e’ necessario un occhio vigile dei cardiologi verso le persone cardiopatiche e sofferenti di malattie cardiovascolari. “Riducendo i diuretici – aggiunge Coarelli – occorre poi idratarsi di piu’. Per un uomo di media corporatura e’ necessario bere almeno 2 litri di acqua al giorno e mangiare tanta frutta e verdura. Ottimo anche un leggero te’ o un succo di frutta. L’importante – spiega – e’ non far saltare i meccanismi di termoregolazione. Ai consueti consigli di non uscire di casa durante le ore calde, di non fare attivita’ fisica nelle ore del solleone e di idratarsi molto, l’esperto invita i malati di cuore a mettersi in contatto con il proprio cardiologo per rivedere la terapia con diuretici: se il caldo esagerato puo’ causare problemi a chi non soffre di patologie cardiovascolari certamente espone a maggiori rischi i cardiopatici che sono soggetti piu’ deboli”. Attenzione poi ai colpi di calore. “Nel colpo di calore – spiega l’esperto – viene a mancare la sudorazione (la cute e’ asciutta), sale la temperatura e c’e’ il rischio di perdere quasi conoscenza. Se questo si verifica – raccomanda – non bisogna far bere acqua che potrebbe finire nei polmoni visto lo stato di incoscienza, ma idratare tramite flebo, portare la persona in un luogo fresco ma non freddo. Infine – ricorda – no a un uso indiscriminato della climatizzazione, che potrebbe comportare disturbi dell’apparato respiratorio”.