Previsioni Meteo: arriva il grande caldo, ma durerà poco e non mancheranno i “temporali di calore”

/
MeteoWeb

caldoInizierà tra pochi giorni, venerdì 26 luglio, la prima vera grande ondata di caldo dell’estate 2013 sull’Italia: non durerà molto, ma sarà intensa, pur intervallata nelle zone interne da altri “temporali di calore” come quelli che stanno caratterizzando in modo ossessivo e quotidiano tutta questa stagione così bizzarra. Farà molto caldo soprattutto nel weekend, a causa della rimonta dell’anticiclone Africano che risalirà da sud/ovest proprio sul nostro Paese. Molte Regioni supereranno i +40°C, con picchi di +42/+43°C nelle zone interne di Sardegna, Sicilia, Toscana, Lazio, Campania, Molise, Puglia e Basilicata. Anche in Emilia Romagna e Umbria si arriverà a un passo dai +40°C.
cnecaldoFarà caldo in tutto il nord, con temperature massime superiori ai +35°C in tutta la pianura Padana. Le temperature saranno molto elevate anche nelle ore notturne, con temperature minime superiori ai +25°C soprattutto al centro/sud. Sarà un’ondata di calore molto intensa, caratterizzata anche da una certa afa con alto tasso di umidità relativa e, quindi, temperature percepita ben più elevate rispetto alle temperature reali. Sicuramente nelle temperature percepite molte località andranno oltre i +45/+46°C. Le anomalie più significative rispetto alle medie si registreranno al nord, dove le temperature arriveranno fino a 7-8°C sopra la normalità del periodo, mentre al centro/sud arriveremo a 6-7°C sopra le medie. Comunque siamo nel periodo più caldo dell’anno, fine luglio, e per questo motivo un’ondata di caldo di quest’entità non rappresenta assolutamente un evento eccezionale, nè riuscirà ad avvicinare i record caldi del periodo, tutti ben superiori rispetto a quanto accadrà nei prossimi giorni.
CALCODCALDOCome dicevamo, non mancheranno i “temporali di calore”, anche se saranno più deboli e isolati rispetto ai fenomeni degli ultimi giorni. Si verificheranno a macchia di leopardo, soprattutto sulle Alpi ma localmente anche sugli Appennini, e saranno più brevi e localizzati. La buona notizia (per chi non sopporta il caldo), è che quest’ondata di calore durerà poco, al massimo 5-6 giorni, e che già da fine mese l’anticiclone inizierà ad indietreggiare verso l’Africa, mollando la presa dal nostro Paese. Le temperature inizieranno a diminuire dapprima al nord, con forti temporali dovuti ai contrasti termici nel momento in cui arriverà aria più fredda di origine Atlantica. Poi, nei primi giorni di agosto, il caldo abbandonerà anche il centro/sud, e il nuovo mese inizierà all’insegna dell’instabilità, con temperature nuovamente inferiori alle medie del periodo probabilmente per tutta la prima decade di agosto. Insomma, l’estate 2013 continuerà ad essere bizzarra, dopo una parentesi calda particolarmente significativa che, però, molto spesso rappresenta l’assoluta routine per lunghe settimane e settimane del trimestre estivo.
Ecco alcune mappe: