Terremoto Marche, sopralluoghi per verificare eventuali danni

MeteoWeb

mcsI sindaci dei Comuni delle Marche colpiti la notte scorsa dal sisma hanno disposto, a titolo precauzionale, l’effettuazione di sopralluoghi che vengono svolti dai tecnici comunali e dai Vigili del Fuoco. Lo rende noto la Regione Marche. La scossa di terremoto di magnitudo 4,9 della scala Richter e’ stata registrata nei pressi di Numana, alle 3,32 della notte. L’epicentro ha avuto luogo in mare, a una profondita’ di 8,4 chilometri. Il sisma e’ stato avvertito per diversi secondi lungo tutta la costa adriatica. Alla prima scossa ha fatto seguito una sequenza di scosse di magnitudo compresa tra 2,3 e 2,0 e alle 5,07 una di magnitudo 4,0. Nella Sala Operativa Unificata Permanente del Dipartimento regionale della protezione Civile Marche ha avuto luogo immediatamente una riunione operativa, alla quale, oltre al Direttore e ai responsabili delle diverse funzioni del Dipartimento, hanno partecipato rappresentanti della Prefettura, della Provincia e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Era presente anche l’assessore Paola Giorgi. Le notizie pervenute dal territorio segnalano paura fra la popolazione che si e’ riversata in strada ma, fortunatamente, al momento, non sono giunte segnalazioni di danni significativi a persone o edifici. E’ in corso una riunione presso il Centro Operativo Comunale di Loreto con i sindaci dei Comuni maggiormente interessati dall’evento (Numana, Sirolo, Porto Recanati, Camerano e Loreto) e i rappresentanti regionali e provinciali del volontariato di protezione civile.