Allarme aviaria in Emilia Romagna, controlli estesi anche a forlivese e ravennate

MeteoWeb

CINA: PREOCCUPAZIONE PER AVIARIA E MAIALI MORTI A SHANGHAIIl ministero della Salute, nell’ambito del monitoraggio in corso dopo la scoperta di due focolai di influenza aviaria nelle province di Ferrara e Bologna, “ha istituito due ampie zone di controllo temporaneo (oltre a quelle gia’ istituite e piu’ prossime ai focolai) che si estendono anche nel ravennate e nel forlivese, in modo tale da costituire una ampia ‘zona cuscinetto’, a ridosso degli allevamenti colpiti”. Lo comunica la Regione Emilia Romagna, dopo la nuova riunione dell’Unita’ di crisi attivata per gestire l’emergenza. “Tutto cio’ serve, sottolineano i sanitari, a prevenire l’espandersi del fenomeno”. Resta “ribadita, inoltre, l’assenza di qualunque rischio per l’uomo per il consumo di carni o uova”, si legge nella nota regionale. L’Unita’ di crisi, si spiega, si e’ riunita “in preparazione anche dell’incontro previsto a Bruxelles lunedi’ prossimo, nel quale l’Italia fornira’ ai partner europei il quadro della situazione. Tra le decisioni assunte – conferma la Regione – alcuni vincoli sulla movimentazione di volatili vivi: da oggi sono in vigore particolari restrizioni allo spostamenti di galline dal territorio regionale. Inoltre, e’ stato stabilito che la macellazione dei capi dovra’ avvenire preferibilmente nell’ambito dell’Emilia-Romagna, cosi’ come la gestione di personale e mezzi dovra’ avvenire nell’ambito dei confini regionali. Sono escluse da queste restrizioni le carni macellate e le uova gia’ imballate”.