Allerta Meteo, che botta tra giovedì e sabato! Crollo termico e forte maltempo in tutt’Italia, i dettagli

/
MeteoWeb

08Questa bizzarra estate 2013 non smette di stupire e ci riserverà nei prossimi giorni un altro peggioramento davvero estremo, dopo l’anticiclone africano che in queste ore ci sta facendo vivere la seconda ondata di caldo della stagione, comunque senza eccessi particolarmente significativi. Siamo a inizio agosto, nel periodo “clou” dell’estate, ed è normale che splenda il sole e faccia caldo. Non sarà invece normale il maltempo che comprometterà le attività all’aperto tipiche dell’estate nei prossimi giorni, a maggior ragione se arriva in un contesto stagionale già duramente provato da piogge, temporali e fenomeni d’instabilità (anche estremi) praticamente quotidiani, comunque costanti da settimane e settimane, per tutta quella che doveva essere la “bella stagione” e che invece verrà ricordata come una delle estati più tempestose e perturbate dell’ultimo secolo.
12La prossima sfuriata perturbata è ormai imminente: dopo gli ultimi giorni di caldo subtropicale, già mercoledì 7 avremo i primi forti temporali prefrontali al nord/ovest, poi il brusco guasto di origine nord Atlantica giovedì 8 al nord, venerdì 9 al centro e sabato 10 al sud. Sarà una “botta” tremenda, a causa degli accesi contrasti termici che innescheranno senza ombra di dubbio fenomeni particolarmente estremi, soprattutto giovedì al nord con trombe d’aria e grandinate, ma poi anche venerdì al centro e sabato al sud, nel basso Tirreno, dove potranno verificarsi trombe marine e forti temporali. Un peggioramento molto particolare, perchè arriva in un periodo in cui è molto insolito che le condizioni del tempo peggiorino in questo modo, a causa di una vera e propria perturbazione. Secondo alcune proiezioni, tuttavia ancora molto poco affidabili, anche nel lungo termine avremo ulteriori affondi nordici che alimenteranno fresco e maltempo per tutta la seconda decade del mese. Qualora davvero arrivassimo al 20 agosto in queste condizioni, potremmo iniziare a parlare di estate ai titoli di coda in netto anticipo, proprio quest’anno che è arrivata molto tardi e che è stata caratterizzata da tanti bruschi eventi di maltempo e instabilità. Staremo a vedere, sarebbe un’evoluzione davvero clamorosa che andrebbe ancora di più a rinforzare le tesi di chi già due mesi e mezzo fa parlava di “anno senza estate“, sicuramente esagerando un po’ ma con una provocazione chiarissima per far capire che tipo di stagione avremmo avuto, e che tipo di stagione in effetti poi stiamo vivendo nei fatti giorno dopo giorno…