Ambiente: stop ad un impianto eolico in Bretagna. Deturpava il paesaggio

MeteoWeb

eolicoUn progetto di quattro impianti eolici di 140 metri a Tremblay, nella Bretagna, nord-ovest della Francia, è stato annullato dal tribunale amministrativo di Rennes, perchè sarebbe stato visibile con cielo sereno dal vicino e incantevole Mont-Saint-Michel, che si trova a 25 chilometri di distanza. Il permesso di costruire l’impianto era stato dato il 17 maggio 2001 dalla prefettura del dipartimento Ille-et-Vilaine a favore della società Vsb Energies Nouvelles. Una serie di attori, tuttavia, non era d’accordo con il progetto, ed è riuscito a fermarlo; tra questi: l’Associazione ambientalista e paesaggistica di Alta-Bretagna e Ille-et-Vilaine, privati e proprietari del Chateau de la Ballue, storico castello che si trova a 7 chilometri dal luogo del progetto. Il tribunale amministrativo ha spiegato che l’impianto eolico sarebbe stato costruito su un sito ad elevata altitudine, culminando a “237 metri d’altezza“, “sovrastando così il campanile di Mont-Saint-Michel, che si trova a 153 metri d’altezza, e sarebbe stato visibile con cielo sereno da Mont-Saint-Michel“. Per l’avvocato di chi si è opposto al progetto, la signora Benoist Busson, la sentenza è il riconoscimento che esiste “un problema reale sull’impatto paesaggistico” e ha ribadito che “non si devono installare delle eoliche in nessun posto“. L’Unesco si è detta “preoccupata” dalla moltiplicazione di progetti eolici attorno al Mont Saint-Michel, dichiarato patrimonio dell’umanità, e che ogni anno attira 2,5 milioni di visitatori.