Caldo: anche a Napoli scatta il “piano d’emergenza”

MeteoWeb

spiaggia napoliUna ‘Centrale operativa sociale’ attiva 24 ore su 24, unita’ di strada della Croce Rossa e della Polizia municipale per far fronte all’emergenza caldo, con uno sguardo particolare rivolto alle fasce piu’ deboli della cittadinanza. E’ quanto previsto dal Piano di intervento Emergenza caldo del Comune di Napoli per il 2013, un programma complessivo e coordinato di interventi per il periodo estivo finalizzato a far fronte all’emergenza dovuta alle alte temperature, alla chiusura degli esercizi commerciali e allo svuotamento delle citta’ programmando misure speciali per arginare il disagio e per offrire risposte concrete alle esigenze di chi resta in citta’. A disposizione tutti i giorni 24 ore su 24 e’ il servizio ‘Centrale operativa sociale’, al numero telefonico 081.5627027. La Centrale operativa svolge funzioni: di front office telefonico con attivita’ di informazione ed orientamento al cittadino nell’accesso ai servizi offerti dal Comune di Napoli nell’ambito delle politiche sociali; di telesoccorso per la gestione delle emergenze e degli stati di particolare necessita’ di persone anziane e non autosufficienti, offrendo risposte tempestive ai segnali di allarme inviati dalle apparecchiature di telesoccorso installate presso gli utenti; di telecontrollo, effettuando almeno una chiamata di controllo ogni settimana da parte dell’operatore sociale di riferimento per ciascun utente; di gestione delle emergenze sociali, intervenendo su segnalazione per affrontare emergenze di carattere sociale che si possono verificare sul territorio cittadino, attivando risorse istituzionali e del privato sociale per fornire risposte adeguate a persone in difficolta’. A questo vanno ad aggiungersi le Unita’ di strada, e’quipe itineranti composte da operatori qualificati che nell’ambito del Piano d’intervento svolgeranno un’attivita’ di monitoraggio della citta’ per intercettare situazioni di eventuale emergenza ed attuare i necessari interventi di soccorso, avvalendosi anche di personale sanitario previsto a bordo delle stesse Unita’ di strada. Inoltre, gli operatori garantiranno la distribuzione di latte ed acqua messa a disposizione dall’azienda Lete, a supporto delle persone che vivono in situazioni di grave marginalita’. Anche la Croce Rossa Italiana mettera’ a disposizione due unita’ costituite da volontari e medici che, a partire dal livello 2 di allerta meteo, interverranno di giorno su segnalazione e di sera dopo le ore 20 fino alle ore 23:30, di mercoledi’, venerdi’ e domenica. Rilevante sara’ anche il ruolo svolto dalla Polizia Municipale che opera sull’intero territorio cittadino attraverso Unita’ Operative Territoriali ed Unita’ Operative Specializzate, tra cui l’Unita’ operativa Tutela Emergenze Sociali e Minori che esercita la propria azione con particolare attenzione alle problematiche sociali presenti sul territorio. La Polizia Municipale mettera’ a disposizione una pattuglia, che a partire dal livello 2 di allerta meteo, svolgera’ funzioni di controllo continuo e costante della citta’, dalle ore 24 alle ore 6. Le strutture di accoglienza garantiranno infine un minimo di posti in emergenza: nello specifico, presso il Dormitorio pubblico sito di via De Blasiis saranno disponibili tre posti in emergenza: l’Istituto S. Antonio la Palma, convenzionato con il Comune di Napoli mettera’ a disposizione due posti in emergenza e il Centro ‘la Tenda’ assicura la propria disponibilita’ per qualsiasi accoglienza in situazioni di emergenza. Per fornire risposta ad un numero sempre piu’ crescente di persone in difficolta’, sara’ adottato un sistema a rotazione che prevedera’ una permanenza massimo di tre giorni al fine di assicurare il riciclo delle persone ospitate presso la struttura.