Caldo: ieri nuovo record assoluto a Bologna con +39,7°C, oggi ancora temperature elevate

MeteoWeb

CALDOOOOOOOOOOOOL’ondata di caldo che sta colpendo l’Italia è ormai agli sgoccioli, ma intanto continua a far parlare di sè per le temperature decisamente elevate. Sia chiaro, non si tratta di una di quelle ondate di caldo eccezionali destinate a segnare la storia della meteorologia, ma localmente le temperature stanno raggiungendo picchi molto elevati al punto da battere alcuni record storici assoluti e per questo motivo, seppur di pochissimo e soltanto in aree molto limitate, queste giornate subtropicali si rivelano davvero importanti. La Regione più calda in assoluto, considerando gli scarti con le medie, è ancora una volta l’Emilia Romagna dove ieri Bologna ha siglato il suo nuovo record storico di caldo assoluto da quando esistono i rilevamenti con una temperatura massima di +39,7°C presso la stazione ENAV di Borgo Panigale. Il precedente record era inferiore di un decimo (+39,6°C) e risaliva al 29 luglio 1983 (poi eguagliato il 5 luglio 1999). Il record mensile, invece, era di +39,5°C e risaliva al 4 agosto 1947.
termometro caldo 1Già lo scorso 29 luglio Modena aveva battuto il suo record storico con +40,4°C. Nonostante lunghi periodi di fresco e maltempo, quindi, sarà un’estate da ricordare per i picchi estremi in Emilia Romagna.
Fa molto caldo anche in Sardegna, dove ieri Alghero Fertilia (sempre ENAV) con +40,4°C ha battuto il suo record di temperatura massima mensile (il precedente era di +40,1°C e risaliva al 23 agosto 1994).
Caldo-super anche in Slovenia dove ieri la capitale, Lubiana, ha raggiunto i +39,5°C battendo il suo nuovo record, e oggi potrebbe crollare il record storico sloveno nazionale che è di +40,6°C e fu registrato a ?rnomelj il 5 luglio 1950.
Oggi le temperature rimarranno elevate su quasi tutto il territorio italiano, eccezion fatta per il nord/ovest dove già ieri è iniziato un deciso calo termico. Anzi, oggi nelle Regioni adriatiche e al centro/sud raggiungeremo i picchi più elevati di quest’ondata di caldo prima che domani le temperature, finalmente, crollino in tutto il Paese ritornando al di sotto delle medie del periodo.