Clima: l’acidificazione degli oceani potrebbe alterare gli ecosistemi marini

MeteoWeb

Barriera corallinaL’acidificazione degli oceani potrebbe alterare gli ecosistemi marini già entro la fine del secolo: è quanto risulta da uno studio dell’Alfred Wegener Institute pubblicato dalla rivista scientifica Nature Climate Change. Come spiega il sito di Science Daily, gli oceani assorbono oltre il 25% del CO2 di origine antropica, formando un serbatoio naturale senza il quale la Terra sarebbe ben più calda di quanto non sia attualmente: le capacità di immagazzinamento tuttavia sono limitate e l’assorbimento di anidride carbonica ha delle importanti conseguenze fra cui l’abbassamento del pH oceanico. Lo studio dimostra che tutte le 150 specie differenti fin qui esaminate dai ricercatori subiscono effetti negativi dall’acidificazione, soprattutto coralli, echinodermi e molluschi; altre specie – come i pesci – sembrano invece essere sensibili solo ad aumenti particolarmente elevati; infine, gli effetti sono peggiori se l’abbassamento del pH è accompagnato da un aumento della temperatura media dell’acqua.