Clima: l’est dell’Antartide è più vulnerabile ai cambiamenti

MeteoWeb

antartide-1La calotta glaciale antartica orientale, la piu’ grande calotta glaciale del mondo, potrebbe essere piu’ vulnerabile ai cambiamenti climatici di quanto si pensasse. Lo studio della Duhram University e’ stato pubblicato sulla rivista Nature. Il team del Dipartimento di Geografia ha usato dei satelliti spia dismessi per creare il primo record dei cambiamenti a lungo termine dei 5400 chilometri della linea costiera della calotta glaciale antartica orientale. Le immagini riguardano un periodo compreso fra il 1963 e il 2012. Usando misure provenienti da 175 ghiacciai, i ricercatori sono stati in grado di mostrare che questi andavano incontro a periodi sincronizzati di avanzamento e ritiro in coincidenza con raffreddamenti e riscaldamenti del clima. Inoltre, i risultati dello studio suggeriscono che gran parte della calotta, in particolare quei tratti che sono piu’ spessi di 4 chilometri, potrebbero essere piu’ suscettibili di quanto creduto inizialmente ai cambiamenti nella temperatura dell’aria e dell’acqua ghiacciata. Precedenti studi avevano fatto pensare che l’Antartide orientale fosse a minor rischio, rispetto ai cambiamenti climatici, di aree come la Groenlandia o l’Antartide occidentale.