Clima, l’IPCC: “quasi certa la responsabilità umana nei cambiamenti climatici”

MeteoWeb

Clima TerraL’attività umana è quasi certamente la causa dei cambiamenti climatici. E’ quanto si legge nell’ultimo rapporto del Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici (Ipcc), composto da centinaia di scienziati, insignito nel 2007 del Nobel per la Pace. “E’ estremamente probabile che l’influenza umana sul clima abbia causato più della metà dell’incremento della temperatura media terrestre tra il 1951 e il 2010 – si legge nel rapporto, citato dal New York Times – c’è un alto grado di fiducia sul fatto che questa abbia causato il riscaldamento delle acque dell’oceano, lo scioglimento dei ghiacci e l’innalzamento del livello dei mari”. Lo studio dell’Ipcc verrà incluso nel prossimo rapporto Onu sui cambiamenti climatici. Nella bozza anticipata dal Nyt, gli scienziati ammoniscono sul rischio che il livello dei mari possa aumentare di 90 centimetri l’anno entro la fine del secolo, se rimarrà immutato lo stato delle emissioni di gas serra. Il linguaggio usato dagli esperti dell’Ipcc risulta più forte di quello adottato nella loro precedente relazione, pubblicata nel 2007, ha sottolineato il quotidiano Usa. Il portavoce dell’Ipcc, Jonathan Lynn, ha precisato che il documento “probabilmente subirà dei cambiamenti per tener conto delle osservazioni ricevute dai governi nelle ultime settimane e sarà poi esaminato dai funzionari governativi e dagli scienziati in una riunione di quattro giorni fissata per la fine di settembre, prima di essere approvato”.