Costa Concordia, Realacci: “bisogna fare presto e recuperare il relitto prima dell’inverno”

MeteoWeb

>>>ANSA/ PONTE DI OGNISSANTI SEGNATO DAL MALTEMPO, DUE MORTI“Bisogna fare presto. La priorita’ ora e’ raddrizzare e rimuovere il relitto della Costa Concordia prima del prossimo inverno”. Lo dice il presidente della commissione Ambiente alla Camera Ermete Relacci a proposito di quanto affermato dal sottosegretario all’Ambiente Marco Cirillo, in risposta ad una interrogazione sulla Concordia. “Anche se il sottosegretario rassicura sulle condizioni ambientali dell’ecosistema marino del Giglio – osserva Realacci – che ad oggi non hanno subito variazioni riconducibili alla presenza del relitto, il rinvio delle attivita’ di messa in asse della Concordia alla primavera 2014 metterebbe a serio rischio la conclusione positiva dell’intera operazione di rimozione”. Realacci ricorda che “a un anno e mezzo dal tragico incidente in cui persero la vita 32 persone il relitto si trova ancora di fronte al porto del Giglio e benche’, come precisato dalla Protezione civile che ha competenza in materia, i ritardi siano ascrivibili a condizioni meteoavverse e alla complessita’ delle operazioni, i lavori per la sua rimozione in sicurezza non procedono con il ‘timing’ inizialmente previsto”. Infine il deputato del Pd fa presente che se “non fossero sufficienti i 500 milioni di dollari stanziati dalla Costa Crociere per il recupero e la rimozione e’ necessario che le risorse aggiuntive siano comunque a carico della societa’ armatrice”; e “data la sua vicinanza, se i lavori di adeguamento del Porto di Piombino procederanno con tempi compatibili con quelli dello smaltimento della Concordia, e’ auspicabile che il porto di destinazione e smaltimento del nave sia proprio quello di Piombino”.