Eruzione del vulcano Santa Maria, in Guatemala: grandi flussi piroclastici sul versante meridionale

MeteoWeb

santiaguito-22aug13Nella giornata del 22 Agosto, alle 13:45 ora italiana (le 17:45 ora locale), una grande eruzione vulcanica ha interessato il complesso di Santa Maria, in Guatemala. Il crollo della parte superiore della cupola lavica ha prodotto una serie di grandi flussi piroclastici ed esplosioni dovuti all’accumulo di magma pressurizzato e di gas. I flussi hanno colpito soprattutto i versanti meridionali e quello a N/NE della montagna. Pennacchi di cenere sono stati registrati sino ad oltre 2-4 chilometri dal cratere sommitale. Pennacchi di cenere è salito più di 2 km a altezze di 4 km di altitudine. Lo stratovulcano, alto ben 3772 metri, ha un profilo conico e un cratere principale di 1,5 chilometri di diametro. Questo, di forma ovale, si estende sotto la cima del vulcano lungo il fianco inferiore, formato nel corso di una catastrofica eruzione nel 1902.