Estate di fuoco in Galizia, 12 incendi in pochi giorni

MeteoWeb

incendio_ourense_2013La Galizia brucia. La regione spagnola al confine con il Portogallo è stata interessata negli ultimi giorni da numerosi incendi, l’ultimo dei quali di proporzioni enormi. Oltre duemila e duecento ettari di montagna sono andati a fuoco nella provincia di Ourense, e le operazioni di spegnimento sono tuttora in corso. Ad essere interessate sono le montagne di Cualedro e Monterrei, nel sud della regione. A Cualedro la gente del posto ha fatto di tutto per tenere il fuoco lontano dalle abitazioni, mentre aerei ed elicotteri intervenivano dall’aria per contenere le fiamme.

L’incendio è solo l’ultimo di una lunga serie. Soltanto pochi giorni fa un enorme rogo aveva raggiunto le montagne sopra la città di Ourense, una delle quattro province della Galizia, interessando entrambe le rive del fiume Miño. Altri roghi hanno interessato le province di Lugo e Pontevedra incenerendo boschi e campi agricoli. Sono centinaia gli ettari distrutti.

Intanto, a non molta distanza dai confini della Galizia, nella regione spagnola di Castiglia e Leòn, un enorme incendio ha colpito il Parco Naturale de las Arribes del Duero. Si tratta di una grande area protetta nella quale il fiume Duero e altri corsi d’acqua hanno scavato profonde gole e canyon. Una zona piena di boschi di leccio e quercia, di arbusti di ginepro e zone a prato. Oltre mille ettari di questo paradiso naturale sono andati a fuoco, sia nella parte spagnola che in quella portoghese.