Il clima di Agosto in Italia

MeteoWeb

Estate 2003Fino a qualche anno fa, agosto era il mese delle ferie estive. In Italia le grandi industrie del nord chiudevano i battenti e migliaia di operai e impiegati si ritrovavano, tutti assieme, sulla riviera romagnola o nelle regioni di origine di coloro che lavoravano a Milano, ma avevano il cuore che batteva sempre nella loro amata terra del sud.

Adesso, nella maggioranza dei casi non è più così. Le ferie vengono prese in modo più spezzettato e si va più lontano, a gustare luoghi esotici o città d’arte.

Taormina Isola bellaNonostante questo, agosto rimane uno dei mesi più ambiti per le ferie. La fase estiva che entra infatti nel periodo più caldo, le scuole sono chiuse, il tempo è soleggiato e quindi tutto invoglia a partire. Ma attenzione, se andate all’aperto, non dimenticate la bottiglietta dell’acqua ed un berretto a falde larghe, in quanto un colpo di calore può essere sempre in agguato.

Nella prima parte del mese le temperature sono molto elevate, soprattutto al sud, per tre motivi:

  • i raggi solari arrivano al suolo quasi perpendicolarmente, a causa della latitudine;
  • il numero di ore di soleggiamento è elevato in quanto il cielo è quasi costantemente sereno, specie al sud, mentre al nord, nel pomeriggio, si hanno molte nubi e spesso degli acquazzoni;
  • la pressione atmosferica è più alta della media annuale, a causa della maggior influenza dell’anticiclone delle Azzorre e di conseguenza i movimenti verticali nell’atmosfera sono principalmente discendenti, con conseguente riscaldamento dell’aria per compressione adiabatica.

Firenze DanteStatisticamente il bel tempo prevale sull’Italia fino alla festività di Ferragosto, poi qualche temporale comincia a presentarsi anche nelle zone pianeggianti del centro e del sud.

I venti sono molto deboli e l’afa è molto forte, di giorno a causa delle temperature che possono superare i 40°C, di notte a causa dell’aumento dell’umidità relativa, che rende difficoltosa la respirazione.

Nella seconda parte, l’influenza dell’anticiclone delle Azzorre comincia ad entrare nella sua fase discendente e la fascia dove scorrono le perturbazioni sull’Europa centrale si abbassa di latitudine, fino a sfiorare le Alpi. Le temperature cominciano lievemente a diminuire e le ondate di calore sono appena più sopportabili. In ogni caso, non riescono a creare delle vere e proprie condizioni di afa e di disagio.

Giglio copertLe precipitazioni iniziano con la cosiddetta ”burrasca di ferragosto”, una tipica perturbazione frontale che si verifica attorno a quella data, con un alto indice di persistenza.

Essa ha una durata piuttosto breve, in media da 1 a 2 giorni, dopodiché le caratteristiche dell’estate riprendono a manifestarsi, anche se il tempo comincia a diventare variabile e, in media, entro la fine del mese si ha il passaggio di un’altra  perturbazione.

Ad agosto i venti sono deboli nell’entroterra, mentre lungo le coste si presentano a regime di brezza, con temporanei rinforzi provenienti dal mare ad iniziare dalle prime ore del pomeriggio fino al tramonto del sole.

I mari sono calmi o poco mossi, anche se nell’ultima parte del mese sul Mar Ligure e sul Mare di Sardegna si hanno dei notevoli rinforzi da ovest.

Ad agosto si sta volentieri al mare, sotto un ombrellone. E allora la cosa più intelligente da fare è …. leggere un libro.

Se posso suggerirvi una lettura, è uscito il libro di Alfio Giuffrida, “Quella notte al Giglio”. Tratto dalla storia vera, ed ancora attuale, della nave Costa Concordia. Il libro racconta una storia d’amore in cui sono inseriti i fatti di cronaca, così come arrivavano in televisione in quelle ore di ansia e di attesa. I libri di Alfio Giuffrida si acquistano in libreria, oppure on line sul sito http://t.co/L1oZOWLK