Il climatologo Giampiero Maracchi indagato dalla procura di Firenze, accuse gravissime

MeteoWeb
Maracchi
Maracchi

Assegnava progetti finanziati con fondi pubblici a una societa’ di cui era socio occulto o ad altre realta’ che poi affidavano alla stessa societa’ consulenze o ricerche. E’ l’accusa per la quale la procura di Firenze indaga un dirigente della Regione Toscana, Simone Sorbi. Secondo il pm, la societa’ al centro dell’inchiesta avrebbe ricevuto incarichi anche dall’Ibimet del Cnr e dalla Fondazione per il clima e la sostenibilita’, realta’ guidate dal climatologo fiorentino Giampiero Maracchi, che e’ indagato. Gli indagati sono otto, come riporta un’agenzia Ansa: oltre al dirigente regionale ci sono i presidenti della societa’, la Deimos, di cui Sorbi sarebbe stato socio occulto e i responsabili – fra i quali Maracchi, oggi anche presidente dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, che e’ estraneo all’inchiesta – di ditte, fondazioni e consorzi che le avrebbero affidato gli incarichi. Le accuse vanno, a vario titolo, dal peculato alla truffa. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, Sorbi faceva in modo che la Deimos fosse diretta destinataria dei fondi o che ne godesse sotto forma di consulenze o ricerche che le venivano affidate dalle realta’ a cui Sorbi assegnava i contributi. Lo scopo era favorire la Deimos. Che Sorbi ne fosse socio occulto sarebbe dimostrato dai prelievi che avrebbe fatto dalle casse della societa’: circa 170 mila euro in quattro anni. Fra i contributi pubblici finiti nel mirino degli investigatori c’e’ quello da un milione e mezzo di euro assegnato all’Ibimet, guidato da Maracchi, per un progetto sulla meteorologia nell’ambito del quale sarebbe stata affidata alla Deimos un’analisi di mercato per circa 100 mila euro. Secondo gli investigatori, anche l’Ibimet sarebbe stato in grado di condurre quella ricerca. In un’altra occasione, l’istituto di Maracchi avrebbe affidato alla Deimos un’analisi di mercato pagata ma ”mai svolta”.