Il ferro contenuto nei più antichi gioielli egizi ha origini extraterrestri

MeteoWeb
Le piramidi di Giza
Le piramidi di Giza

Arriva dallo spazio il ferro delle perline dei più antichi gioielli Egizi. Era contenuto nei meteoriti, come mostra l’analisi della struttura interna delle perle condotta da un gruppo di ricerca dell’University College London e pubblicato sulla rivista Journal of Archaeological Science. Realizzati oltre 5.000 anni fa, i gioielli dall’origine cosmica, inoltre, spostano indietro nel tempo di almeno due millenni l’inizio della lavorazione del ferro. Le perline realizzate con il ferro presente nei meteoriti sono nove e sono state scoperte nel 1911 in una tomba egizia del IV millennio avanti Cristo;

Raffigurazioni egizie
Raffigurazioni egizie

attualmente sono conservate presso il Museo di archeologia egizia Petrie Museum dell’University College London. L’origine ‘extraterrestre’ di questi gioielli e’ stata scoperta analizzando le perle con fasci di neutroni e raggi gamma, che hanno svelato l’alta concentrazione di nichel, cobalto, fosforo e germanio presente negli oggetti e che e’ caratteristica del ferro che si trova nei meteoriti. L’indagine ha mostrato anche la struttura interna degli oggetti e ha permesso di scoprire che sono stati realizzati a partire da lamine sottilissime che sono state poi arrotolate per ottenere le sfere. Le perline così ottenute sono state utilizzate per realizzare la più antica collana in ferro degli Egizi, un gioiello che conteneva anche oro e pietre preziose.