Il maltempo del weekend con la “flanking line” di ieri nel Tirreno: spettacolari immagini e animazione dai satelliti

/
MeteoWeb

01Imperversa il maltempo sull’Italia, e nelle prossime ore avremo ancora piogge e temporali dapprima al nord e poi, domani mattina, nuovamente al centro/sud con violenti temporali nelle Regioni Tirreniche tra Lazio e Campania. Poi dopodomani, mercoledì, il maltempo si sposterà ancora più a sud, verso Calabria e Sicilia. Intanto, però, nel weekend il clima italiano è piombato in autunno con il transito della tipica burrasca di fine estate che ha provocato tanti fenomeni estremi da sabato pomeriggio a ieri sera, dapprima al nord/ovest e poi anche al centro. Davvero spettacolari le immagini dai satelliti che pubblichiamo a corredo dell’articolo, in cui si nota molto bene la “flanking line” che ieri mattina ha interessato il mar Tirreno, tra Toscana e Lazio. Una “flanking line” non è altro che una estesa linea di cumuli e congesti molto sviluppati che vanno ad alimentare il sistema temporalesco che l’ha generata, visto che le cumulogenesi, non trovando alcun ostacolo davanti, possono aspirare e rifornire il temporale di masse d’aria calde e umide (ottimo carburante per la convenzione), rendendolo più duraturo e intenso.
04Guardando le immagini satellitari è ben identificabile da una estesa linea bianca che tende a muoversi verso la parte centrale, più attiva del sistema temporalesco. A volte la “flanking line” può essere estesa per oltre 40-50 chilometri, specie quando va ad alimentare un sistema temporalesco a mesoscala allo stadio giovanile.
Purtroppo molti di questi sistemi convettivi sono i principali responsabili delle intense fasi di maltempo e degli eventi alluvionali che negli ultimi anni hanno flagellato varie aree del nostro territorio nazionale e altre regioni del Mediterraneo, ma non solo. Le drammatiche alluvioni che nell’autunno 2011 hanno colpito il Levante Ligure, la parte orientale di Genova o la fascia del messinese tirrenico, come il nubifragio che ha allagato Roma il 20 Ottobre 2011 dell’anno scorso, erano tutte associate a questo genere di sistema convettivo autorigenerante.
Intanto ecco, nell’animazione satellitare, un evidente nuovo “groppo” temporalesco formarsi stamani sulle isole Baleari: nelle prossime ore si muoverà rapidamente verso l’Italia centrale. Massima allerta, quindi, per possibili altri fenomeni estremi.