Incendi in Sardegna, il ministro Mauro smonta le polemiche sugli F35: “tanti canadair comprati con i 60 già tagliati”

MeteoWeb

1126264 Incendio ai boschi sul monte GradaraSe tolgo un F35 e’ chiaro che, sul piano della pura logica, posso fare un asilo una scuola, un ospedale, acquistare un aereo antincendi… Mapotremo anche rovesciare l’onere della prova. Il programma F35 e’ partito 20 anni fa, dovevano essere 150 aerei, oggi siamo arrivati ipoteticamente a 90. Con i 60 tagliati, quante scuole, quanti asili e quanti Canadair sono stati comprati?“. Il ministro della Difesa Mario Mauro risponde casi’ a Cagliari alle polemiche sull’acquisto dei caccia F35, rinfocolata ieri in Sardegna dopo due giorni infernali di roghi in cui la macchina antincendi ha risentito pesantemente della carenza di Canadair.  “Quegli aerei vengono acquistati perche’ 254 aerei dell’Aeronautica militare vanno in pensione“, ha ricordato il ministro. “Puo’ decidere l’Italia di non avere un’aeronautica militare? Puo’ farlo. Ma ha senso? Se guardiamo a quanto ci e’ capitato negli ultimi 20 anni direi che ha avuto piuttosto senso il contrario. Quindi, non c’e’ nessuna volonta’ di esibizione muscolare, come ho spiegato in parlamento, nel dare una dotazione minima alle nostre forze armate, perche’ garantiscono la sicurezza del nostro Paese, bene che ci e’ piu’ immediatamente presente nel caso di una necessita‘”. “Nessuno penserebbe di chiedere ai nostri carabinieri di girare disarmati“, ha aggiunto Mauro. “Quello che non si vede e’ cio’ che avviene su scala globale. Ma un fatto che avviene a 10mila chilometri di distanza rischia di compromettere la sicurezza anche nelle citta’ italiane e a rinunciare a qualcosa della nostra liberta’ e della nostra democrazia“.