Incendi in Sardegna, la Regione: “siamo in emergenza, mandate più Canadair”

MeteoWeb

canadair-feu“E’ imprescindibile l`invio di ulteriori Canadair del dispositivo aereo nazionale e della dislocazione stabile dell`elitanker, così come richiesto più volte”. Lo ha detto in una nota l`assessore della Regione Sardegna della Difesa dell`ambiente, Andrea Biancareddu, che ha tenuto stamattina una riunione operativa per fare il punto sulla grave emergenza legata agli incendi boschivi che in queste ore stanno devastando la Sardegna e che hanno causato anche dei feriti. Biancareddu ha annunciato di esser pronto ad “azioni eclatanti” se le prerogative della Regione Sardegna non dovessero essere salvaguardate: “Comprendiamo tutte le esigenze e siamo consapevoli dei tagli subiti dal dispositivo antincendi nazionale, ma deve essere fatto uno sforzo straordinario per la nostra isola in quanto esiste un rischio concreto per la popolazione”. Durante la riunione di stamattina Biancareddu ha riferito di essersi recato, già dalle prime ore del mattino, nelle campagne di Ghilarza, in alcuni dei luoghi colpiti dalle fiamme, dove ha incontrato le squadre impegnate nei soccorsi. L’assessore ha inoltre detto di aver ribadito ieri al capo del Dipartimento nazionale della Protezione civile Franco Gabrielli che “quella attraversata dall`Isola è un’emergenza – per entità dei danni ambientali e qualità dell`azione degli incendiari – che necessita di un impegno straordinario di tutela e contrasto”. Nel corso della riunione, fa sapere la Regione, l`assessore e la task force hanno fatto il punto sulla possibile strategia di contrasto al fuoco che date le condizioni ambientali e meteo ha necessità di continue variazioni operative in modo da assicurare la massima efficacia. I vertici della Forestale, dell`Ente Foreste e della Protezione civile regionale hanno assicurato il massimo impegno nell`affrontare la difficile situazione assicurando che pur nella complessità dell`emergenza la macchina antincendi della Regione funziona a pieno regime.