Incendi in Sardegna, situazione drammatica: appello al governo: “aiutateci prima che sia troppo tardi”

MeteoWeb

SardegnaUn appello al Governo perche’ la Sardegna non venga lasciata sola a combattere gli incendi arriva dai parlamentari sardi che evidenziano il ”disastro ambientale” che si sta compiendo in queste ore con roghi da nord a sud dell’Isola, con migliaia di ettari in fumo, abitazioni evacuate e feriti. Il senatore e segretario regionale del Pd, Silvio Lai, parlando di ”calamita’ naturale di livello nazionale”, chiede un intervento urgente dell’esecutivo nazionale ”anche per proteggere le persone che in questo momento sono nelle aree a rischio”. Secondo il senatore di Sel, Luciano Uras, ”c’e’ il rischio di un vero e proprio disastro ecologico, sociale ed economico. Chiediamo pertanto al ministro dell’Ambiente e alla Protezione civile di potenziare i mezzi e i volontari, e di occuparsi dell’invio dei Canadair che devono partire da Catania subito e non arrivare quando l’isola sara’ gia’ bruciata e si potra’ solo tentare di circoscrivere gli immensi danni”. ”La disastrosa ondata di roghi che ha devastato l’Isola chiama in causa la responsabilita’ morale e la coscienza sporca di coloro che in questi anni hanno operato inaccettabili e profondi tagli di spesa in un settore cruciale come quello dell’antincendio: si tratta di disastro colposo – tuona il deputato di Sel, Michele Piras – solo un mese fa il governo Letta si era impegnato a potenziare il settore e a recuperare risorse: il risultato di queste promesse ha il medesimo acre odore che respirano in queste ore migliaia di sardi. E pensare che la rinuncia a un solo F35 basterebbe a liberare le risorse per acquistare 5-6 Canadair”.