Indonesia: centinaia di evacuati per la pericolosa eruzione del monte Rokatenda, già 6 vittime

MeteoWeb

vulcanoIl governo indonesiano ha ordinato a centinaia di persone di abbandonare le loro abitazioni a seguito dell’eruzione del vulcano del monte Rokatenda – sulla piccola isola di Palue, nella provincia a est di Nusa Tenggara nell’Indonesia centrale – che ha provocato la morte di sei persone. Sono almeno 511 gli abitanti delle zone a rischio che sono stati condotti a bordo di imbarcazioni verso posti sicuri, ha riferito il portavoce della protezione civile indonesiana (Bnpb), Sutopo Purwo Nugroho. “Da sabato scorso – ha detto Sutopo – le persone che vivevano nei pressi del Monte Rokatenda sono state trasferite da Palue all’isola di Maumere“. L’agenzia ha distribuito tra gli sfollati maschere antigas e ha inviato generi alimentari, mille coperte e altri generi di primo soccorso. L’eruzione del vulcano e’ iniziata nell’ottobre 2012, ma si e’ aggravata sabato con una nube di ceneri e altro materiale vulcanico che supera i 2mila metri di altezza, ha riferito il direttore del centro di vulcanologia, Surono. Gli sfollati, ha aggiunto Surono, vengono alloggiati in campi attrezzati o edifici governativi. Attorno al vulcano e’ stata disposta una zona di interdizione di tre chilometri dal cratere e gia’ un mese fa piu’ di 3mila persone erano state fatte allontanare dalla zona, ma molti erano poi ritornati nelle loro case. L’Indonesia si trova nel cosiddetto Anello di Fuoco del Pacifico che conta 129 vulcani attivi.